Spirito nordico a Milano? Da Hygge

Qualche settimana fa, un gruppo di ragazze appassionate di viaggi e scrittura si è incontrato da Hygge, a Milano, un locale in stile scandinavo. È uno dei piaceri della vita, riunirsi ogni tanto tra donne e chiacchierare di tutto, davanti a un toast con uova o avocado, una torta al cioccolato e una tazzona di caffè americano. Non a caso avevo indicato la merenda con le amiche tra le piccole cose hygge per addolcire l’inverno. E anche la primavera.

Wanderlust, caffè e nostalgia

Hygge mi incuriosiva perché avevo letto che era un angolo di Nord a Milano e, lo dico con gioia, non sono rimasta delusa. È incastrato in una via tranquilla dietro Sant’Ambrogio e l’Università Cattolica, dove insegno. Non appena ho girato l’angolo e ho visto le vetrate, i tavoli di legno all’interno e l’atmosfera rilassata, mi è venuto in mente Back To Black, uno dei miei caffè preferiti di Amsterdam. E l’ho subito amato. 

Hygge, un locale nordico a Milano.

L’interno è ancora più delizioso. Una saletta soppalcata fa venire voglia di rifugiarsi lì con un cappuccino e non muoversi più. Una cartina dai colori pastello alla parete scatena l’istinto wanderlust che è in me. Poi alzo gli occhi e vedo i biglietti appesi al soffitto, con frasi hygge che fanno riflettere.

FEELING HOMESICK FOR A PLACE YOU HAVE NEVER BEEN TO.

Nostalgia di un posto che non abbiamo ancora visto. Quanto mi piace questo concetto! Non so se a voi è mai capitato, ma fin da quando ero bambina mi sono innamorata, a più riprese, dei luoghi senza esserci stata. Di solito i “colpevoli” erano i libri, come Anna dai Capelli Rossi, che mi ha fatto sognare l’isola del Principe Edward. Passavo i pomeriggi sull’altalena con la nostalgia del profumo del mare e dei boschi canadesi che non avevo mai visto, ma che avrei tanto voluto avere attorno invece della campagna lombarda. Certo, a mancarci è il luogo come lo immaginiamo noi, non quello reale. Un luogo ideale che vorremmo esistesse, quell’altrove in cui spostiamo la nostra felicità. È nostalgia dell’ideale che, forse, non esiste.

Il brunch vegano da Hygge, a Milano

Cose buone da Hygge, a Milano

Tornando ad argomenti meno aulici, parliamo di cibo. Da Hygge, nel weekend si fa il brunch, regular oppure vegan. Una combinazione goduriosa di verdure, proteine, yogurt con granola e dolcetti, accompagnata da caffè fumante. Ma Hygge è il posto ideale anche per il pranzo e la merenda. Hanno le torte che preferisco, semplici e buone: banana bread, carrot cake, torta al cioccolato. E una vasta scelta di bevande calde, proprio come al Nord.

Se devo fare un appunto, il matcha latte non è all’altezza. Molto meglio il caffè, puro o macchiato. In ogni caso, Hygge è accogliente e vale la pena di fare una sosta per rilassarsi o lavorare un po’, in mattinata o nel pomeriggio. La tranquillità è assicurata.

DOVE SI TROVA HYGGE

Hygge è in via Giuseppe Sapeto 3, Milano. Per visitare il sito, clicca qui.

  1. Che bel posticino! Spero proprio che la mia testolina smemorata se lo ricordi, alla mia prossima incurione a Milano! Anche tu appassionata di Anna dai Capelli rossi? Io sono sempre lì a guardare immagini (oltre che svedesi) delle zone del Maine, della Nuova Scozia, dell’isola di Prince Edward… e a sognare!

Comments are closed.