Downton Abbey’s London e i segreti del tè

Downton Abbey è un luogo meraviglioso in cui perdersi. Un mondo che cambia, dove i domestici cominciano a coltivare i loro sogni, gli innamorati sono combattuti tra le tradizioni familiari e i sentimenti autentici, le donne guidano le auto e si interessano di politica. La prima guerra mondiale irrompe nella vita delle famiglie che vivono a Downton, portandosi via gli uomini, lasciando a casa le donne, con il terrore di perdere le persone amate. Niente sarà più lo stesso alla fine del conflitto. E col passare del tempo, i sentimenti possono cambiare – oppure no, come accade a Matthew e Mary, i protagonisti di questa serie tv che mi ha conquistata fin dall’inizio.

High Tea, Low Tea

E mi ha invitato, tanto per cambiare, a bere infinite tazze di tè. I personaggi sono spesso impegnati a prendere il tè: mentre parlano, mentre discutono, quando sono felici o tristi. High tea, Low tea. Sì, c’è una differenza e gli appassionati lo sanno. Io l’ho scoperta entrando nella libreria della British Library, un luogo meraviglioso, tra l’altro, dove ho trovato un volume dalla copertina verde acqua dedicato alla storia del tè. E mi ci sono persa.

La tradizione del tè delle 5

Dalle sue pagine ho imparato che il low tea era così chiamato perché gli ospiti sedevano in comode poltrone, davanti a tavoli bassi. È il famoso “tè delle 5”, uno dei rituali più importanti nella classe più alta della società britannica alla fine degli anni 1850. Veniva servito con frollini, burro, torte, scone, crema o confettura. Secondo il galateo vittoriano, al tè si aggiungeva una nuvola di latte o di panna, ma in seguito è diventato di moda prendere il tè liscio.

Il cosiddetto “High tea”, al contrario, era un pasto tipico della classe operaia e solo più tardi si è diffuso anche tra i ricchi, la domenica, perché i domestici avessero un giorno di riposo. Il tè era servito con torte, formaggio, patate, biscotti d’avena e pane.

Nella Londra di Downton Abbey

La splendida residenza di Downton Abbey si trova nel Norfolk, ma i personaggi vanno spesso a Londra e la zia di Mary vive a Kensington. Un giorno mi piacerebbe visitare quella zona; nel frattempo, quando sono a Londra, provo a immaginare di tornare nel passato ed entrare in una di quelle residenze sontuose, ammirare i dipinti, gli arazzi, i camini, le scale di marmo e i tappeti. Forse non siamo in grado di viaggiare nel tempo, ma possiamo cercare i posti che ci ricordano come si viveva allora.

Tra i Mews

I Mews sono tra questi. Nelle stradine tra Gloucester Road e High Street Kensington ancora si trovano le scuderie costruite nel 18° secolo per ospitare cavalli, carrozze e servitori. Oggi le case-scuderie sono affascinanti e accoglienti, molto ricercate, isole di tranquillità nei quartieri alla moda di Londra.

Un tè vecchio stile

In Wrights Lane, a due passi dalla fermata della metropolitana di Hight Street Kensington, il Muffin’s Man resta a rappresentare la tradizione in un momento in cui i caffè bio e crudisti spuntano come funghi. Scegliete un tavolo con la tovaglia verde acqua e ordinate una tazza di Ceylon tea e un muffin o una fetta di apple pie, tra signore e signori che vengono qui a chiacchierare e trascorrere un pomeriggio piovoso. Vi accorgerete che non si tratta di un caffè “cool”, alla moda, e forse vi sentirete davvero old-style. Ma stiamo cercando di viaggiare nel tempo, giusto?

High Tea al Claridge’s Hotel…

A Mayfair, un perfetto high tea è servito presso il Claridge’s Hotel. Inutile dire che si tratta di un hotel di lusso, in uno di quelli in cui – ammettiamolo – tutti sogniamo di soggiornare una volta, se non altro per curiosare all’interno. Senza svenarsi per sentirsi Lady Mary per una notte, possiamo però prenotare un tavolo e goderci un tè con ogni sorta di pasticcini.

…e nel Fan Museum

In un week-end di sole, invece, vale la pena di viaggiare in metropolitana fino a Greenwich e visitare il Fan Museum, un curioso museo ospitato in un edificio georgiano e dedicato alla storia del ventaglio; nell’orangerie si può prendere il tè del pomeriggio tra piante e decori, in compagnia di un buon libro. Un momento dolce e nostalgico in una Londra alla Downton Abbey.

LIBRI

Il mondo di Downton Abbey di Jessica Fellowes
La vera storia del tè di Erling Hoh & Victor H. Mair – io l’ho trovato al British Library Bookshop, è un’edizione splendida, raffinata, un vero must per gli amanti del tè.

CAFFÈ

The Muffin Man Teashop, 12 Wrights Ln, London – un caffè vecchio stile nel cuore di Kensington. Non offrono una grande varietà di tè, che però viene servito rigorosamente in foglie. Consigliato il Ceylon. Ottima la loro apple pie, così come i muffin al cioccolato bianco e caramello.
Claridge’s Hotel, Mayfair – il luogo perfetto per un tradizionale high tea. Meglio prenotare.
Fan Museum, Greenwich – una sala da tè che vi porterà indietro nel tempo, nel cuore di Greenwhich.

  1. I love Downtown Abbey and the setting is great. I know what you mean when you say you feel as if you’re in the film when you walk in Kensington 🙂

  2. So we’re both Downton Abbey fans! <3 Kensington is one of my favourite places in London, I love those houses and gardens…

Rispondi