About

Conoscete il film My Blueberry Nights di Wong Kar Wai? In una New York dalle tinte notturne, Jude Law è il proprietario di un caffè. Una sera offre a Norah Jones una fetta di deliziosa crostata ai mirtilli, che inspiegabilmente viene ignorata dai clienti. Poi Elizabeth, il personaggio di Norah, parte per un viaggio attraverso l’America, perché a volte bisogna esplorare per ritrovare se stessi.

Ho sempre amato quel film e, nel periodo in cui vivevo a New York, in un appartamento caotico e bizzarro di Chelsea, sono andata a cercare il caffè di Jude Law. New York, come Londra, pullula di locali in cui la gente studia, scrive, chiacchiera, passa il tempo, mangia torte, dorme perfino. Mi divertiva l’idea di trovare i “miei” posti, i caffè in cui sentirmi a casa. Li esploravo nel weekend e mentre tornavo a piedi dal lavoro, attraversando le strade vibranti di Manhattan e sbirciando nei negozi di Soho e nei giardini nascosti. Così nasce il blog.

BLUEBERRY STORIES

Blueberry Stories è una raccolta di storie di viaggio, alla scoperta dei luoghi in cui alla polvere della realtà si unisce un pizzico di magia, come scriveva Marcel Proust. A volte sono posti che, come la crostata di mirtilli, si scoprono per caso; a volte sono città in cui amo tornare. Castelli, dimore storiche e borghi così come itinerari nei parchi naturali, attraverso il deserto e lungo le coste.

A TEATIME TRAVEL JOURNAL

Perché “un diario di viaggio all’ora del tè”? Oltre a storie di città e paesaggi, negli articoli troverete gli indirizzi dei miei caffè preferiti. La passione per il tè e per la cucina naturale si è trasformata, quando viaggio, nella ricerca dei posti “giusti” in cui fare una pausa. Sono attenta alla cucina naturale e biologica, perciò seleziono i locali in base a tre caratteristiche: prodotti possibilmente locali, piatti vegetariani e dolci casalinghi.

La rubrica #GoGreen del venerdì raccoglie consigli e ricette per vegetariani e vegani, così come articoli che riguardano il tema del verde in città e la ricerca di un maggiore contatto con la natura.

CHI SONO

Italiana di nascita ma expat nell’anima, adoro il tè alla vaniglia, la torta Linzer, il caminetto acceso, Harry Potter, Downton Abbey, le spiagge oceaniche e il Grande Nord. Ho un debole per i trasferimenti e i traslochi. Solo, non toglietemi il mio cuscino: non riesco a dormire con i cuscini altrui. Inutile negare che amo la comodità, quindi seleziono con molta cura gli alberghi e i ristoranti. Quando non posso partire, cerco libri ambientati nei Paesi che mi piacerebbe visitare. Odio volare, perciò studio le compagnie aeree prima di decidermi a comprare un biglietto. Anzi, lo faccio comprare agli altri. Se avessi la bacchetta magica, tornerei nella Belle Époque e farei il giro del mondo in nave. Con una dama di compagnia.

COSA FACCIO

Traduco dall’inglese: soprattutto sceneggiature, ma anche libri e articoli, online e offline. Sono anche giornalista e consulente editoriale specializzata nel settore food. Ho collaborato con Neiade, agenzia milanese di servizi culturali che organizza tour, itinerari e visite guidate. Infine, insegno storytelling agli studenti internazionali.

Per contattarmi, scrivetemi all’indirizzo theblueberrystories@gmail.com oppure su LinkedIn.

View Ilenia Provenzi's profile on LinkedIn